CHIUDE CON NUMERI POSITIVI LA TERZA EDIZIONE DI VIVA LA TERRA!

CHIUDE CON NUMERI POSITIVI LA TERZA EDIZIONE DI VIVA LA TERRA!

La folta presenza di pubblico, proveniente anche da altre regioni, testimonia il crescente interesse degli italiani per l’agricoltura, il  buon cibo e per gli animali da cortile e il gradimento per la formula della mostra-mercato arricchita da laboratori per bambini e adulti.  

Orti, giardini, vita in fattoria, agricoltura sociale e biologica, antiche tradizioni, percorsi sensoriali, laboratori, show cooking, prodotti del territorio: ecco il segreto del successo della mostra-mercato tenutasi sabato 16 e domenica 17 a CarraraFiere, che ha chiuso con numeri gratificanti e positivi:110 espositori  su 12.000 metri quadrati e un numero di visitatori che si attesta sulle cifre della scorsa edizione, 10.000. Molto interessante la provenienza di espositori e prodotti di grande qualità da Piemonte, Liguria, Puglia, Emilia Romagna, Lombardia, Umbria, Veneto e Sardegna oltre che, naturalmente, dalla Toscana.

Gli amanti dei prodotti tipici e biologici hanno potuto acquistare direttamente dai quaranta produttori toscani, previa immancabile degustazione, scegliendo tra un’ampia varietà di prodotti: dal sugo di chiocciole ai formaggi della tradizione, dal Vinsanto a tutte le principali Doc, Docg e Igt del vigneto toscano, e poi salumi di cinta senese, mozzarella di bufala,  pasta, brigidini, legumi ed insaccati, olio extravergine, il tonno dell’Isola d’Elba, birra agricola, ortaggi e frutta di stagione.

Da segnalare la presenza dell’Agri-ristorante, gestito dall’ Officina della Birra  in collaborazione con Coldiretti,che ha presentato  prodotti naturali a KM0,  un ricco menù di carni e verdure di produttori locali, ma anche una scelta di piatti vegetariani.

“La sinergia e la partnership  con Coldiretti hanno consentito ancora una volta di centrare l’obiettivo di CarraraFiere – dichiara il Direttore Generale Luca Figari – costruire una manifestazione capace di unire l’offerta commerciale e quella educativa e di intrattenimento”.
Nel caso specifico di Viva la Terra!, il connubio di cui parla il Direttore Figari ha consentito di far conoscere e apprezzarel’importanza del cibo genuino e i valori profondi della terra e della cultura contadina anche attraverso conferenze, attività didattiche e iniziative dedicate a grandi e piccini.

I bambini sono stati i protagonisti di questa edizione, grazie ad un vero e proprio percorso di edutainment organizzato da Coldiretti e Campagna Amica.
Viva la Terra si conferma, anche in questa terza edizione, un appuntamento formato famiglia. Il richiamo della didattica con oltre 50 attività tra laboratori, percorsi, giochi, presentazioni ed intrattenimento sono l’elemento di grande richiamo di un salone che è nato con la precisa volontà far vivere alla famiglia un’esperienza a stretto contatto con la campagna e con la biodiversità. E le famiglie hanno risposto. – analizza Vincenzo Tongiani, Presidente Coldiretti Toscana – Campagna Amica ha coinvolto oltre 200 aziende agricole contribuendo così sia all’esposizione fieristica sia al ricco calendario di iniziative,elementi che garantiscono al salone curiosità ed interesse anche da parte dei consumatori, sempre più alla ricerca di prodotti di qualità, tracciati e sicuri, e degli hobbisti e contadini fai da te che possono trovare tutto l’occorrente per curare giardini e piccoli orti. Viva la Terra è l’unico contenitore che racconta una campagna che sa anche divertire, educare ed intrattenere. Tutti.

Non solo gioco: bambini e adulti hanno potuto rivivere il contatto con gli animali da fattoria accarezzando la gallina gigante di razza Cocincina, i coniglietti, gli asini, i pony, i maialini, il pastore apuano e la  pecora massese, razze autoctone del territorio.

Molte le iniziative messe in campo anche per gli adulti e volte a riscoprire le antichi arti e tradizioni contadine, dalla realizzazione di tappeti in lana a cura del “Consorzio per la valorizzazione e la tutela della pecora di Zeri”, ai cesti con i rami di castagno a cura deiMaestri Cestai oppure al laboratorio Mani in Pasta dove i produttori agricoli locali insegnano come fare la pasta fatta in casa con ingredienti naturali, fino ai percorsi sensoriali per stimolare i sensi visivi e olfattivi attraverso una camminata in mezzo al verde con tanto di spiegazione sulle particolarità e gli effetti benefici delle piante sul corpo e sulla psiche.

Seguitissimi gli show cooking a cura degli chef di Angelo Po e le presentazione del libro del Mastro Giardiniere Carlo Pagani e del progetto OrtoCollettivo di Genova. Molto apprezzata anche la partecipazione di AMIA Carrara, che ha mostrato all’interno del proprio coloratissimo stand l’importanza del riciclo e del corretto smaltimento dei rifiuti, quindi della sostenibilità ambientale, primo valore per la salvaguardia della terra.

“Il successo di questa manifestazione è dovuto alla capacità di CarraraFiere e di Coldiretti di valorizzare quegli agricoltori che hanno saputo innovare senza stravolgere i propri valori e quelli della cultura contadina – dice il Presidente di CarraraFiere Fabio Felici -. Tra le strade più battute la trasformazione e la vendita diretta di prodotti, dall’ortofrutta ai formaggi, dai salumi ai dolci, che soddisfano la richiesta sempre più pressante del consumatore di coniugare qualità, tracciabilità e prezzo. Il prodotto “rurale”, di campagna, piace, insomma, sta crescendo una sensibilità per un acquisto etico che premia la filiera nel momento in cui si impegna per valorizzare la biodiversità”

Viva La Terra! per i suoi contenuti e per i messaggi positivi che trasmette, oltre ad avere registrato una grande partecipazione di visitatori e la collaborazione di tante associazioni e gruppi che si occupano di temi legati alla sostenibilità, all’agricoltura biologica e alla qualità del prodotto naturale, è un format aperto a idee e collaborazioni di ogni genere che ogni anno si arricchisce di contributi e nuove conoscenze delle quali gli organizzatori fanno tesoro per sviluppare iniziative sempre nuove nel corso dell’edizione successiva, grazie al lavoro attento e professionale dello staff di CarraraFiere.

Viva la Terra è organizzato da CarraraFiere in collaborazione con Coldiretti e con il sostegno dell’Associazione Insieme per l’agricoltura sociale. 

Autori:
Ufficio Stampa Coldiretti, Andrea Berti, andrea.berti@redazionevirtuale.it
Ufficio Comunicazione CarraraFiere,  Laura Malavolta (responsabile) l.malavolta@carrarafiere.it
Gabriella Monti  – g.monti@carrarafiere.it tel. 0585 1812454

ANIMALI A VIVA LA TERRA: I GIGANTI DELL’AIA

ANIMALI A VIVA LA TERRA: I GIGANTI DELL’AIA

Dal pollo dei record, ai giochi, food a km zero, mercati, mostre e fattoria.
Eurispes: gli italiani amano gli animali.

Dalla gallina Cocincina dal peso record di 5 chili, all’ariete grande passando per il possente coniglio delle Fiandre e l’ara chloroptera, il secondo pappagallo più imponente del mondo, e Benny, il coniglio di Angora, una rarità assoluta e tra le più antiche di coniglio domestico originarie della Turchia: a Viva la Terrai giganti dell’aia.
Nella fattoria di Campagna Amica promossa da Coldiretti trovano spazio, per la prima volta, alcuni degli animali dell’aia più curiosi e simpatici della campagna. Dai conigli, ben quattro le razze, formato “maxi” alle lepri ed appunto ai pappagalli. Ed ancora bovini, mucche, pecore, animali, cavalli e pony. Gli animali della fattoria sono gli assoluti protagonisti della due giorni del Salone  dell’agricoltura, degli orti, dei giardini e della vita in fattoria realizzato da Carrara Fiere in collaborazione con Coldiretti che si chiude domenica 17 aprile

Non solo gli animali della fattoria, anche gli animali domestici, presenti ormai in quattro case su dieci (fonte Eurispes), popolano l’allegra aia di Coldiretti.

Il salone, arrivato alla terza edizione, mette sotto lo stesso tetto l’agroalimentare e del food a km zero e la didattical’intrattenimento ed i giochi per i bambini con l’agri-luna-park, la passione per il pollice verde e per l’orto fai da te, la salute ed il tempo libero.

Sono molte le iniziative messe in campo anche per gli adulti e volte a riscoprire le antichi arti e tradizioni contadine, dalla realizzazione dei cesti con i rami di castagno a cura dei Maestri Cestai al laboratorio Mani in Pasta dove i produttori agricoli locali insegnano come fare la pasta fatta in casa con ingredienti naturali, fino ai percorsi sensoriali per stimolare i sensi visivi e olfattivi attraverso una camminata in mezzo al verde con tanto di spiegazione sulle particolarità e gli effetti benefici delle piante sul corpo e sulla psiche.
Ed ancora il mercato di Campagna Amicae l’agri-ristorante per mangiare veramente toscano.
Ufficio Stampa Coldiretti, Andrea Berti, andrea.berti@redazionevirtuale.it

A VIVA LA TERRA TANTE ATTIVITÀ PER GIOCARE IMPARANDO

A VIVA LA TERRA TANTE ATTIVITÀ PER GIOCARE IMPARANDO

Grande successo per le attività della Fattoria Didattica di Coldiretti, l’Agriyoga, corse coi trattorini e “Mani in Terra” ma anche tanti animali della fattoria  

Primo giorno al terzo Salone  dell’agricoltura, degli orti, dei giardini e della vita in fattoria di CarraraFiere con tante famiglie in visita alla scoperta delle numerose attività didattiche e non riservate a grandi e piccoli, per un weekend all’insegna della natura. Oltre alla proposta di innumerevoli specialità gastronomiche tutte italiane, biologiche e a Km0 dei tanti espositori presenti Il Salone, organizzato in collaborazione con Coldiretti, partner di contenuti, ha il suo punto di forza nel ricco calendario di attività collaterali che anche quest’anno caratterizzano la manifestazione.

Ci sono laboratori, spaventapasseri, mini-trattori, truccabimbi, corse con i sacchi, ruba bandiera,  yoga sul prato, spettacoli di burattini, fattoria degli animali e percorsi sensoriali bendati che  mescolano  il gioco al profumo della paglia e alla conoscenza della natura. Grande successo anche intorno ai tanti recinti dove ammirare, conoscere e fin dove possibile anche accarezzare galline, conigli, anatroccoli, asini, pony, maialini, mucche, e persino due grandissimi pappagalli colorati fino ai cuccioli di pastore apuano, razza autoctona recentemente  riscoperta e valorizzata per scongiurarne l’estinzione.

Ecco tutte le attività dedicate ai bambini che saranno in programma domani:

  • ore 10,00 – 12,00  agrogiochi  – zona agrigiochi
  • ore 10,30 alle 12,30   agri-yoga bimbi –    zona agribenessere
  • ore 10,30        Labirinto Giardino – Giocoulivo          Az.Agricola F.lli Giugni
  • ore  11,00       Un fiore per La Mamma Az Agr. La Sassaia            Arte Floreale
  • ore 11,00        Nuove tecniche di cottura con gli Chef di  Angelo PO         Fattoria Didattica
  • ore 11,30        Impara a fare la pasta       Mani in Pasta
  • ore 11,30        Spettacolo Burattini “La Marocca di Casola”            Fattoria Didattica
  • ore 12,00        Labirinto Giardino – Giocoulivo          Az.Agricola F.lli Giugni
  • ore 13,00      Nuove tecniche di cottura con gli Chef di Angelo PO            Fattoria Didattica
  • ore 14,30  – 19,00       Racconti sull’orto e il Lago – Nonno Beppe   Orto Didattico
  • ore 15,00        Labirinto Giardino – Giocoulivo          Az.Agricola F.lli Giugni
  • ore 15,30 alle 17,30   agri-yoga bimbi          zona agribenessere
  • ore 15,30        Nuove tecniche di cottura con gli Chef di Angelo PO          Fattoria Didattica
  • ore 15,30        Impara a fare la pasta            Mani in Pasta
  • ore 16,00        Spettacolo Burattini “L’asino intelligente”      Fattoria Didattica
  • ore  16,00       Un fiore per La Mamma Az Agr. La Sassaia            Arte Floreale
  • ore 16,30        Impara a fare la pasta            Mani in Pasta
  • ore 17,00        Labirinto Giardino – Giocoulivo          Az.Agricola F.lli Giugni
  • ore 18,00        Impara a fare la pasta            Mani in Pasta

Aperto sabato 16 e domenica 17 dalle 10.00 alle 19.00.
Ticket Intero € 7,00; ridotto, € 5,00;  – Ingresso libero per ragazzi fino a 12 anni e per i disabili.  Viva la Terra è organizzato da CarraraFiere in collaborazione con Coldiretti e con il sostegno dell’Associazione Insieme per l’agricoltura sociale.

 

Ufficio Comunicazione CarraraFiere,
Laura Malavolta (responsabile) l.malavolta@carrarafiere.it
Gabriella Monti  – g.monti@carrarafiere.it tel. 0585 1812454

PARTE DOMANI LA TERZA EDIZIONE DI VIVA LA TERRA!

PARTE DOMANI LA TERZA EDIZIONE DI VIVA LA TERRA!

Orti, giardini, vita in fattoria, agricoltura sociale e biologica, antiche tradizioni e tante attività per i più piccoli per giocare imparando.

Al via domani Viva la Terra! Terzo salone dell’agricoltura, degli orti, dei giardini e della vita in fattoria realizzato da Carrara Fiere in collaborazione con Coldiretti, partner di contenuti, in programma questo week- presso il complesso fieristico di CarraraFiere a Marina di Carrara.

Sono 91 gli espositori distribuiti su una superficie di 12.000 mq;  in fiera tutto l’agroalimentare toscano, leader nazionale per varietà con 4.886 “bandiere del gusto” assegnate (specialità alimentari) e 28 produzioni a denominazione tra Dop e Igp. Viva la Terra mostra il meglio delle produzioni agro-alimentari toscane, un settore il cui valore aggiunto ha superato quota 3%del Pil regionale, contribuendo per 1.836 milioni (pari al 6,5% della produzione nazionale) e che rappresenta una delle voci più importanti del nostro export, come dimostra l’analisi di Coldiretti Toscana sulla base dei dati Istat sulle esportazioni relative al 2015.

Il Made in Tuscany agroalimentare esportato nel mondo ha battuto nel 2015  un nuovo record, con 2,350 miliardi di euro in valore ed un incremento del 16%, rispetto all’anno prima, già straordinario. Dall’inizio della crisi le esportazioni di cibo e bevande sono addirittura aumentate del 55%.
Questi numeri positivi si riflettono anche sull’occupazione: nell’ultimo trimestre 2015 sono 8mila in più i lavoratori agricoli dipendenti, passando quindi da 17mila a 25mila, su un totale di 50.000 occupati agricoli in Toscana. Questo exploit storico si riflette positivamente sull’occupazione giovanile, dove le aziede guidate da imprenditori con meno di 35 anni sono 2.884, il 17,2% in più rispetto ad un anno fa.

In questo vivace  contesto a Viva la Terra sono una quarantina i produttori toscaniarrivati da tutte le province con le loro produzioni agricole. Dal sugo di chiocciole ai formaggi della tradizione, dal  Vinsanto a tutte le principali Doc, Docg e Igt del vigneto toscano, e poi salumi di cinta senese, mozzarella di bufala,  pasta, brigidini, legumi ed insaccati, olio extravergine, il tonno dell’Isola d’Elba fino alla birra agricola, agli ortaggi e frutta di stagione. Ma i visitatori troveranno anche il Parmigiano Reggiano ed altri prodotti top italiani.

Oltre alle produzioni agricole ed agroalimentari le aziende, fattorie e agriturismi di Campagna Amica mostrano, all’interno di un grande agri-luna park, la versatilità dell’agricoltura nostrana fatta di intrattenimento, didattica e attività dedicate ai più piccoli: laboratori, spaventapasseri, mini-trattori, truccabimbi, corse con i sacchi, ruba bandiera,  yoga sul prato, spettacoli di burattini, fattoria degli animali e percorsi sensoriali bendati, mescolando il gioco al profumo della paglia e alla conoscenza della natura.
Non solo gioco tuttavia: bambini e adulti potranno entrare a contatto con gli animali da fattoria accarezzando galline, coniglietti, asini, pony, i maialini e una mucca presenti in fiera.
Molte le iniziative messe in campo anche per gli adulti e volte a riscoprire le antichi arti e tradizioni contadine, dalla realizzazione dei cesti con i rami di castagno a cura dei Maestri Cestai al laboratorio Mani in Pasta dove i produttori agricoli locali insegnano come fare la pasta fatta in casa con ingredienti naturali, fino ai percorsi sensoriali per stimolare i sensi visivi e olfattivi attraverso una camminata in mezzo al verde con tanto di spiegazione sulle particolarità e gli effetti benefici delle piante sul corpo e sulla psiche.

In agenda anche convegni, iniziative, incontri dedicati alla cultura dell’orto, del giardino e della natura, e il test di valutazione della stabilità degli alberi a cura dell’Università di Pisa.
Si segnala in particolare la presentazione dell’esperienza dell’OrtoCollettivo di Genova, l’orto urbano più grande d’Italia (oltre 7 ettari cioè 70.000 metri quadrati)  a calendario per domenica 17 alle ore 11.00.

Novità assoluta di questa edizione sarà la presenza di Angelo Po, produttore di cucine e attrezzature professionali  che, grazie alle dimostrazioni di due chef presenti in fiera, spiegherà al pubblico come ottenere il meglio per la cottura dei cibi attraverso l’uso delle più recenti tecnologie.
Sul fronte “culturale” sarà presente per la prima volta Buk Lab, una libreria specializzata al cui interno si terrà sabato 16 aprile la presentazione del libro “Rose perdute e ritrovate” di Carlo Pagani, Garden Designer e fra i più famosi esperti botanici d’Italia.
Sempre in  tema libri torna l’autrice di fiabe Alessandra Genova, con due nuovi opere  a tema per i bambini.

Grande attenzione anche alle tematiche dell’agricoltura sociale attraverso la partecipazione dell’associazione “Insieme Pro Fondazione Insieme” : la rinnovata attenzione nei confronti di questo tipo di agricoltura sta determinando nuove utilità per il territorio, assicurando una leva utile per promuovere la diversificazione delle attività economiche, anche  quale strumento di contrasto al  fenomeno dell’esclusione sociale nelle aree rurali e marginali.

Punto di forza anche quest’anno la ristorazione, con la presenza dell’Agri-ristorante dove assaggiare prodotti naturali a KM0 a cura di Officina della Birra che, in collaborazione con Coldiretti, presenterà un ricco menù di carni e verdure di produttori locali, prevedendo tuttavia anche piatti vegetariani.

Aperto sabato 16 e domenica 17 dalle 10.00 alle 19.00.
Ticket Intero € 7,00; ridotto, € 5,00;  – Ingresso libero per ragazzi fino a 12 anni e per i disabili.

Viva la Terra è organizzato da CarraraFiere in collaborazione con Coldiretti e con il sostegno dell’Associazione Insieme per l’agricoltura sociale.

Informazioni, aggiornamenti e dettagli su www.vivalaterraexpo.it  e sulla pagina Facebook

Autori:
Ufficio Stampa Coldiretti, Andrea Berti, andrea.berti@redazionevirtuale.it
Ufficio Comunicazione CarraraFiere, Laura Malavolta (responsabile) l.malavolta@carrarafiere.it Gabriella Monti  – g.monti@carrarafiere.it tel. 0585 1812454

A VIVA LA TERRA AGRI-APERITIVO E NEW GENERATION

A VIVA LA TERRA AGRI-APERITIVO E NEW GENERATION

Giovani: anteprima per il “Rossini” versione “Green”, a Viva la Terra agriaperitivo e New Generation

Ecco i volti giovani protagonisti del salone.

New generation a Viva la Terra per la presentazione in anteprima del celebre cocktail “Rossini” rivisitato in chiave “green”. Le celebri fragole della Versilia, il Doc dei Candia dei Colli Apuani ed i limoni nostrali raccolti dagli alberi massesi sono gli ingredienti principali del cocktail che prende il nome dall’omonimo compositore Giacchino Rossini, protagonista dell’agriaperitivo del salone.
Il “Rossini” versione Viva la Terra sarà proposto come cocktail principale, alle ore 18.00, durante l’agri-aperitivo a base di cose buone della Toscana allestito all’interno dello spazio del Consorzio di Tutela del Candia dei Colli Apuani Doc da Giovani Impresa Coldiretti. L’appuntamento è aperto al pubblico.

A Viva la Terra spazio ai giovani, al loro talento, ai loro progetti imprenditoriali, ma anche al sano divertimento e alla sperimentazione nell’anno dello storico exploit di imprese under 35 che ha fatto registrare, in Toscana, una vera e propria impennata. Le aziende guidate da imprenditori con meno di 35 anni sono 2.884, il 17,2% in più rispetto ad un anno fa.
E’ la variazione positiva più significativa tra tutti i settori toscani dove solo il turismo (+1,3%) ha fatto registrare segnali positivi sul fronte dei giovani (fonte Coldiretti – Unioncamere Toscana).

“L’attenzione nei confronti dell’agricoltura – analizza Vincenzo Tongiani, Presidente Coldiretti Massa Carrara – è da alcuni anni in forte crescita. La motivazione? La crisi economica e la difficoltà di trovare un’occupazione ha avuto il suo peso, ma ad incidere in maniera determinante è una ritrovata consapevolezza e maturità che la produzione di prodotti agroalimentari sarà sempre più centrale in futuro insieme alla tutela del territorio, al turismo e alla biodiversità intesi come valori anche economici. Le nuove generazioni che si affacciano oggi nelle nostre campagne – prosegue – sono nativi digitali, collegati con il mondo, molto spesso sono laureati e sono mediamente più preparati rispetto alle generazioni precedenti. Gli manca solo l’esperienza ma quella è una componente che si impara sul campo. Coldiretti ha messo a disposizione di questi giovani anche figure come i tutor per accompagnarli nell’incipit aziendale. Questa è la generazione che porterà in agricoltura l’innovazione digitale e la creatività”.

Al salone dell’agricoltura ne vedremo alcuni straordinari incredibili esempi: ci sarà Iacopo Gallini, giovane pisano che alleva chiocciole per uso alimentare e cosmetico e porta avanti un progetto di agricoltura sociale unico nel suo genere. Ci sarà Carolina Leonardi, 22 enne che a Strettoia, nell’alta Versilia, alleva pecore massesi ma prima di dedicarsi alla mungitura e alle cagliate faceva tutt’altro; Giacomo Carmazzi, rampollo del Re del Peperoncino, Ilenia Paolini con i suoi formaggi di pecora prodotti seguendo con rigore e rispetto la prima ricetta di cento anni fa, Marco Bellè con i suoi ulivi secolari ed Eleonara Bacci con le sterlizie.

C’è un intero esercito di giovani che hanno preso in mano un settore considerato vecchio, saturo e inappropriato per immaginare prospettive future e ne hanno fatto un mondo di pionieri, rivoluzionari, innovatori e attivisti impegnati nel costruire un mondo migliore per se stessi e per gli altri. Dai campi – conclude Maurizio Fantini, Direttore Coldiretti Massa Carrara – non viene solo una risposta alla disoccupazione e al ritardo della ripresa economica del paese ma anche la speranza di una traiettoria di futuro nel nostro paese per molti giovani che sono costretti ad espatriare perché senza lavoro e senza certezze”.

La terza edizione del salone dell’agricoltura, degli orti, dei giardini e della vita in fattoria  in programma da sabato 16 a domenica 17 presso il complesso fieristico di Carrara Fiere a Marina di Carrara è realizzato da Carrara Fiere in collaborazione con Coldiretti, partner di contenuti.

Aperto sabato 16 e domenica 17 dalle 10.00 alle 19.00.
Ticket Intero € 7,00; ridotto, € 5,00;
Ingresso libero per ragazzi fino a 12 anni e per i disabili.

Informazioni e dettagli su www.vivalaterraexpo.it
e su https://www.facebook.com/vivalaterra/

(Uff. Stampa Coldiretti)